Comune di Cossignano - Ombelico del Piceno

LA SALA DELLE CULTURE
 
Istituzione di uno spazio pubblico della Residenza municipale denominato
“Sala delle Culture”
 
 
A rendere “istituzionale” una funzione già in passato più o meno occasionalmente svolta dalla sala al pian terreno di questa residenza municipale (che, come qualcuno ricorderà, fu anche negli anni Cinquanta, sala cinematografica) mira questo progetto che nasce dalla consapevolezza della necessità di aggiornamento culturale della comunità. La scelta del nome “Sala delle Culture” indica non soltanto un generico spazio riservato alla cultura, ma postula l’esistenza di un luogo istituzionalmente dedicato alla coltivazione (cultus) delle conoscenze e – senza che questo sembri obiettivo eccessivamente ambizioso rispetto alla realtà locale – alla produzione del sapere, nelle sue dimensioni più nobili di studio, apprendimento, conservazione, critica del passato. La scelta del nome allude inoltre alla strategia di una cultura che vada letta al plurale, ossia allo stimolo di un confronto – che si vorrebbe programmatico – fra “le culture”, in una pluralità di accezioni che postuli non soltanto uno scambio e un’interazione fra le molte “culture” di una società sempre più globalizzata e plurietnica, ma anche ad un provvidenziale osmosi fra i momenti più alti della produzione culturale e le rispettive aree di specializzazione, che invece sempre più spesso si ripropongono con modi reciprocamente ostili e blindati nella conservazione delle rispettive metodologie e dei rispettivi linguaggi (umanistici, scientifici, tecnologici). La Sala delle Culture sarà invece, con riguardo alla programmazione delle attività culturali della comunità, spazio individuale e collettivo ad un tempo, catalizzatore dello scambio vitale che produca, nel confronto, la più completa valorizzazione di quel capitale umano che – come è auspicabile – dovrà restare sua principale risorsa.
 
ROBERTO DE ANGELIS
Sindaco di Cossignano